cliccare per visualizzare il menu

Provincia di Savona

Area protetta Provinciale Arroscia - Valloni

Area protetta Provinciale
Codice provinciale: 
05-OA-Ar
Estensione: 
ha 61,00
Comuni della Provincia: 

Sintesi delle principali caratteristiche naturalistiche ambientali e territoriali dell’area
L’Area, suddivisa in due sub-aree di cui una fluviale ed una in ex-cava di argille plioceniche, è caratterizzata dalla presenza di stagni permanenti e temporanei ormai rinaturalizzati. Esistono inoltre tratti di gariga e di macchia e piccole zone calanchive ricche di fossili.

Il sito ospita alcuni Uccelli elencati dell’allegato I della direttiva 79/409 CEE, e una delle ultime popolazioni della testuggine palustre Emys orbicularis della Liguria. Sono inoltre presenti altri rettili di interesse regionale come Lacerta lepida (specie proposta dall’Italia per l’inclusione nell’allegato II della Direttiva Habitat) e
Malpolon monspessulanus. Il sito si presta ad un ripristino delle zone umide ed a una gestione didattica e turistica.
Dal punto di vista floristico-vegetazionale il sito è caratterizzato da una buona differenziazione di ambienti in relazione all’estensione. Tale aspetto attribuisce al sito una buona potenzialità per la formazione di habitat stabili che potrebbero costituire un rifugio per specie animali e vegetali vulnerabili, soprattutto appartenenti
ad habitat poco diffusi nella piana d’Albenga.

I residui di macchia mediterranea presenti manifestano una graduale ricolonizzazione da parte di un arbusteto termofilo mediterraneo caratterizzato da specie predominanti come Spartium junceum, Cistus salvifolius, Cistus albidus, Chritmum maritimum, Thymus vulgaris, Pistacia lentiscus, Asparagus acutifolius,
Juniperus communis
. Oltre a questi arbusti di macchia mediterranea sono presenti Crataegus monogyna, Prunus spinosa, Rosa ssp. e Cornus sanguinea; si tratta di specie molto competitive e rustiche che colonizzano terreni incolti e che potrebbero preparare il terreno per l’instaurarsi di una macchia mediterranea matura. Le praterie al centro dell’ex cava, immediatamente a ridosso delle aree pseudocalanchive, si trovano ancora in una situazione di prima ricolonizzazione delle argille con specie xerofile caratteristiche di incolti. I prati a sfalcio presenti nella zona centrale e NW del sito sono caratterizzati da fasi evolutive che tendono all’arbusteto. In queste aree sono presenti alcune orchidee protette come Orchis coriophora (O. cimicina), Orchis morio (O. mora) e Serapias vomeracea (Serapide maggiore).

Di interesse è la vegetazione palustre anch’essa caratterizzata da fasi evolutive ancora pioniere con presenza di tifeto e canneto e di alcune specie acquatiche  (Potamogeton sp.). La protezione di questo tipo di vegetazione risulta di particolare importanza soprattutto per garantire un habitat ideale allo sviluppo delle popolazioni stanziali di Emys orbicularis e per garantire un buon riparo per le specie ornitiche che gravitano nell’area.

Potrebbe interessarti anche

Leggi anche: 
© 2020 Provincia di Savona · Sito realizzato e gestito dal Servizio Sistema Informativo · Crediti