cliccare per visualizzare il menu

Provincia di Savona

Il Piano Generale di Sviluppo (PGS) rappresenta un nuovo documento di pianificazione strategica, che si inserisce in modo innovativo nella conosciuta successione dei tradizionali strumenti di programmazione annuale e pluriennale della Provincia (Linee Programmatiche del Presidente – Relazione Previsionale e Programmatica – Bilancio – Piano Esecutivo di Gestione).
Il documento, citato dal comma 7 dell’art. 165 del D.Lgs. 267/2000 e ribadito dall’art.13, comma 3 del D.Lgs.
170/2006, richiamato e definito nelle “Finalità e postulati dei principi contabili degli Enti Locali “ e nel “ principio contabile n.1 p.12 per gli Enti locali” approvati dall'Osservatorio per la Finanza e la Contabilità degli Enti Locali del Ministero, assume, nell’assetto proposto, contenuti peculiari, che permettono di inserirlo armonicamente nel quadro complessivo degli atti di programmazione, andando a posizionarsi nella dimensione di strumento di collegamento tra le linee programmatiche per azioni e progetti e la Relazione Previsionale e Programmatica.

È strutturato su alcuni punti fermi, quali:

  • il riferimento alle linee di programmazione strategica, esplicitate quale sintesi della volontà politica espressa nel programma di mandato (linee programmatiche ) e delle caratteristiche tecniche operative e organizzative dell'ente;
  • analisi del contesto, descrizione delle prospettive di breve, medio, lungo periodo secondo un modello di analisi economico-sociale e rappresentazione degli elementi della situazione del territorio
  • vision: descrizione dei valori che l'ente intende fare propri nel periodo del mandato da intendersi come filosofia delle linee guida della pianificazione strategica;
  • quadro dei programmi di riferimento per la relazione previsionale e programmatica, contenuto concreto degli investimenti e delle opere pubbliche che si pensa di realizzare, indicazioni circa il loro costo in termini di spesa di investimento ed i riflessi per quanto riguarda la spesa corrente per ciascuno degli anni di mandato.

La redazione corretta e completa del Piano generale di Sviluppo è un presupposto fondamentale dell’azione di governo locale, considerando che esso rappresenta la cornice di riferimento sulla base del quale dovranno essere costruiti e modellati gli altri strumenti di programmazione dell’Ente di secondo livello (dalla Relazione Previsionale e Programmatica, al Bilancio Pluriennale e al Bilancio Annuale, fino al più dettagliato Piano Esecutivo di Gestione) e gli stessi sistemi di monitoraggio e verifica delle attività svolte dall’Amministrazione
(Bilancio sociale, Bilancio di Mandato, ecc.).

Il postulato 23 dei principi contabili afferma, infatti, che la "corretta applicazione della funzione politico amministrativa risiede nel rispetto di un percorso che parte dal programma amministrativo del Sindaco, transita attraverso le linee programmatiche comunicate all’organo consiliare, trova esplicazione nel Piano Generale di Sviluppo dell’Ente, da considerare quale programma di mandato, e infine si sostanzia nei documenti della programmazione, Relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale, nella previsione del bilancio annuale e, infine, nello strumento di indirizzo gestionale, il piano esecutivo di gestione, quando è obbligatorio".

Per maggiori informazioni

Servizio Bilancio e programmazione economica-finanziaria

Ufficio Bilancio e Programmazione Economico-Finanziaria

0198313338
0198313238
0198313359
0198313395
© 2020 Provincia di Savona · Sito realizzato e gestito dal Servizio Sistema Informativo · Crediti