cliccare per visualizzare il menu

Provincia di Savona

Domande&Risposte

Domanda 1

Buongiorno,vediamo caricato per il progetto esecutivo solo il CSA. Chiediamo dove poter trovare tutto il resto della documentazione tecnica (CME, ELENCO PREZZI, RELAZIONE TECNICA,PROGETTI, PLANIMETRIE ECC. ECC.) .

Risposta

L’intera documentazione facente parte del progetto esecutivo può essere visionata e scaricata al link
https://drive.google.com/drive/folders/1pd_chCwBmLSRhVHkzu6Ol-tZ0w_ImVFJ?usp=sharing, come indicato nell’elenco della documentazione di gara a pagina 2 del disciplinare.

Domanda 2

Con la presente si chiede di voler confermare che la presa visione dei luoghi oggetto dell’intervento può essere effettuata da un procuratore in possesso del documento di identità

Risposta

Si conferma, d'intesa col Rup del Comune, che il sopralluogo può essere effettuato anche da incaricato diverso dai soggetti di cui al punto 7.4 del disciplinare, purché munito di procura speciale, conferita mediante atto pubblico notarile, che attribuisca espressamente il potere di effettuare il sopralluogo in rappresentanza  dell'impresa. 

Domanda 3

Buongiorno, in merito alla categoria scorporabile OG11 indicata nella gara,volevamo chiedere la possibilità di eseguire le opere relative anche con le categorie OS30 e OG10 in nostro possesso.

Risposta

Per considerare un lavoro in categoria OG11, è necessario che sia congiuntamente composto dalle tre categorie di opere specializzate individuate nella categorie OS3, OS28 e OS 30.
Un'impresa qualificata nella categoria OG 11 può eseguire lavori in ciascuna delle categorie OS3, OS28 e OS30 per la classifica corrispondente a quella posseduta.
Un'impresa qualificata per sole categorie OS30 e OG10 non può eseguire i lavori nella categoria OG11.

Domanda 4

  • Nel disciplinare si descrive la relazione del criterio C, nello specifico “numero massimo di 3 schede/cartelle di formato massimo A3 per ogni categoria di intervento”. Si richiede di specificare se si intendono 3 lavori comprensivi delle categorie, oppure 3 referenze per categoria di intervento (OS6, OG1 e OG11) per un totale di nove referenze. Se così fosse possono essere prodotte fino a 9 schede/cartelle? In ultimo le referenze devono essere eseguite su territorio Italiano o anche estero?
  • Nel disciplinare nella descrizione del criterio D, viene riportata la frase “numero massimo di 3 schede/cartelle di formato massimo A3 per ogni proposta migliorativa” e successivamente “al massimo una scheda per ogni proposta migliorativa”. Il quesito è per ogni miglioria si possono fare una o tre schede?

Risposta

  • Quanto al criterio C, devono essere descritti un massimo di tre lavori. Come indicato nella descrizione del criterio riportata nel disciplinare, è sufficiente che siano lavori analoghi e che abbiano ad oggetto campi da calcio, non necessariamente che corrispondano a tutte le lavorazioni richieste. Possono essere indicati lavori svolti all'interno dell'Unione Europea.
  • Quanto al criterio D, deve essere presentata una scheda per ogni proposta migliorativa, per un massimo di tre proposte.

Domanda 5

1. - La prescrizione del punto 16.3 del Disciplinare di gara prescrive giustamente, a garanzia dell’affidabilità delle offerte, che “i concorrenti devono essere in possesso dell’attestazione di sistema del manto in erba artificiale in corso di validità rilasciato dalla Lega Nazionale Dilettanti ai sensi del Regolamento LND Standard approvato dalla CISEA il 07.12.2018 con le caratteristiche
minime indicate nel Capitolato. Tale attestato deve essere consegnato alla stazione appaltante in sede di offerta, a pena dell'esclusione della procedura, e deve essere accompagnato da lettera del produttore del sistema, indirizzata all’affidatario, in cui viene certificata la disponibilità del sistema manto che l’affidatario intende posare”.

Il Disciplinare di gara, però, non specifica la modalità di consegna, in sede di offerta, dell’attestato e della lettera indicati dal citato punto 16.3. Infatti, il punto 18.4 del Disciplinare di gara si limita ad imporre ai concorrenti di inserire, nella “Documentazione amministrativa”, la “dichiarazione del possesso dell’attestazione di sistema del manto in erba artificiale in corso di validità rilasciato dalla Lega Nazionale Dilettanti ai sensi del Regolamento LND Standard approvato dalla CISEA il
07.12.2018 con le caratteristiche minime indicate nel Capitolato”. Il successivo punto 18.5 “Offerta tecnica” si limita a prevedere genericamente che “Al secondo step del percorso guidato ‘Invia offerta’ l’operatore economico deve inserire la documentazione tecnica negli appositi campi”.

2. - In relazione a quanto sopra evidenziato, si chiede:

a) di confermare che l’attestato e la lettera richiesti dal punto 16.3 del Disciplinare di gara dovranno essere inseriti “Al secondo step del percorso guidato ‘Invia offerta’” di cui al punto 18.5 del medesimo Disciplinare di gara;

b) di integrare il primo periodo del punto 3.3 del Disciplinare di gara (“Per la valutazione dei criteri A e B, gli operatori dovranno allegare all'offerta tecnica, rispettivamente, le Schede di offerta tecnica Criterio A e Criterio B debitamente compilate”) con l’aggiunta delle seguenti parole “e corredate, a pena di esclusione dalla gara, di attestazione di sistema del manto in erba artificiale in corso di validità rilasciato dalla Lega Nazionale Dilettanti ai sensi del Regolamento LND Standard approvato dalla CISEA il 07.12.2018 con le caratteristiche minime indicate nel Capitolato nonché di lettera del produttore del sistema, indirizzata al concorrente, in cui viene certificata la disponibilità del sistema manto che il concorrente intende posare. In caso di contrasto tra le schede e l’attestato di sistema prevarranno i dati ed i valori riportati sull’attestato”.

Risposta

Si conferma che, come indicato al punto 18.4 del disciplinare di gara, nella busta telematica contenente la documentazione amministrativa sarà sufficiente inserire l'autodichiarazione concernente il possesso dell'attestazione di sistema del manto in erba artificiale in corso di validità rilasciato dalla LND, nonché la disponibilità del sistema manto che il concorrente intende posare qualora risulti affidatario del contratto.

L'attestazione e la lettera del produttore del sistema andranno invece caricate solo al secondo step del percorso guidato, con inserimento nella busta telematica contenente l'offerta tecnica.

Domanda 6

Con riferimento alla modalità di presentazione dell'offerta tecnica, in particolare criterio C , si richiede se la documentazione possa essere presentata in formato A4 ( e non necessariamente in scheda/cartella A3).

Inoltre si richiede cosa si intende per "categoria di intervento", dato che il disciplinare richiede la redazione di max una scheda per ogni lavoro e max 3 schede per ogni categoria di intervento.

Risposta

Si conferma che la documentazione può anche essere presentata in formato A4.

Dovranno essere descritti non più di tre interventi svolti in precedenza, non necessariamente comprensivi di tutte le lavorazioni richieste per la gara in corso, purché si tratti di lavori analoghi e attinenti a campi da calcio. Ad ogni intervento potrà essere dedicato un massimo di tre schede.

Domanda 7

Nel punto A.5 viene richiesto lo spessore della fibra e specificato unità di misura in mm e non in micron. Si chiede conferma che sia un refuso e che l'unita di misura sia in micron, la stessa anche riportata nell'attestato di sistema LND.

Risposta

Lo spessore della fibra dovrà essere indicato in mm.

Domanda 8

Premesso che vi sono alcuni valori non desumibili dall'attestato di sistema (nello specifico A.3 B.3) e quindi dichiarati dall'offerente, si chiede conferma che i valori presi in considerazione saranno i valori nominali da scheda tecnica dei produttori senza tolleranze.

Risposta

Si conferma che i valori presi in considerazione saranno i valori nominali da scheda tecnica dei produttori senza tolleranze.

© 2021 Provincia di Savona · Sito realizzato e gestito dal Servizio Sistema Informativo · Crediti · Dichiarazione di Accessibilità