SUA.SV - Appalto N. 114 – Lavori di Costruzione nuovo Edificio Scolastico nel territorio. Comune...

SUA.SV - Appalto N. 114 – Lavori di Costruzione nuovo Edificio Scolastico nel territorio. Comune di Cengio.

1 SEDUTA pubblica il giorno 19 settembre 2017 alle ore 9:30 nella sede della Provincia di Savona - Via Sormano, 12 - Savona.
Qualora pervenissero numerose offerte saranno esaminate in seduta pubblica anche nei giorni 21 e 22 settembre alle ore 9:30, stessa sede.

ATTENZIONE
il termine per il ricevimento delle offerte, previsto al punto 17 del Disciplinare di gara, è rinviato alle ore 12:00 del giorno 2 ottobre 2017;

Le sedute pubbliche per l'apertura delle buste, previste al punto 20 del Disciplinare di gara, sono conseguentemente rinviate ai giorni 3, 4, 5 e 6 ottobre 2017 alle ore 9:30, presso la Sede della Provincia.
Leggere tutti i dettagli nell'avviso del 14/09/2017

In scadenza Lunedì, 2 Ottobre 2017

Attenzione

Sono state ripubblicate alcune tavole ed è stato rinviato il termine per il ricevimento delle offerte al 02/10/2017

Documentazione

È disponibile la seguente documentazione:

Aggiudicazioni ed avvisi

14/09/2017 - Avviso

FAQ

Domanda 1

In riferimento alla gara Appalto N. 114 – Lavori di Costruzione nuovo Edificio Scolastico nel territorio. Comune di Cengio, e precisamente in merito al sopralluogo obbligatorio, nel disciplinare vengono indicate le figure autorizzate ad effettuarlo, si comunica che:
- stante l'abrogazione dell'art. 106 del DPR 207/2010, con l'entrata in vigore del nuovo Codice degli Appalti, Decreto legislativo n. 50 del 18/04/2016, nulla vieta che l'effettuazione del sopralluogo possa essere effettuata anche da un tecnico esterno, non dipendente, che intrattiene con la scrivente impresa un rapporto di collaborazione con contratto continuativo.

Ciò premesso ed alla luce del principio del favor partecipationis, si richiede di far intervenire al previsto sopralluogo, con la delega del Legale Rappresentante un tecnico delegato, evitando cosi i forti disagi derivanti dall'impossibilità della scrivente di partecipare alla gara in oggetto per concomitanti impegni sempre in relazione a gare d'appalto pubbliche.

In subordine, premesso che:
- è stata rilasciata procura speciale a persona di fiducia, avente rapporto di lavoro d'opera professionale con l'impresa, incaricato direttamente dal legale rappresentante di rappresentarlo ai sensi degli artt. 1388, 1389,1392 e 1393 del c.c. munito di procura notarile speciale;
- nell'ordinamento civile italiano, la procura è l'atto giuridico, rivolto ai terzi, con cui un soggetto (detto rappresentato) conferisce direttamente il potere di compiere atti giuridici in suo nome e nel suo interesse ad un altro soggetto (detto rappresentante); gli effetti di questi atti giuridici saranno direttamente imputati al rappresentato stesso;
- la maggioranza degli enti sta consentendo l'effettuazione del sopralluogo da parte del procuratore speciale delle imprese, comunicandoci che la figura del soggetto munito di procura notarile è comunque ammessa ad eseguire il sopralluogo, tra gli altri il Consiglio Regionale del Piemonte, la Regione Umbria, la ASL di Milano, il Provv. OO.PP. Lombardia-Liguria ed il Consiglio Regionale d'Abruzzo che in risposta a preciso quesito, comunicano:
“Il sopralluogo potrà essere effettuato da un rappresentante legale od in sua vece da un procuratore speciale"
"Il sopralluogo non può essere effettuato da persona che non risulti alle dipendenze del concorrente, salvo il caso di rilascio – da parte del legale rappresentante del concorrente medesimo – di apposita procura con cui al procuratore venga concessa la legale rappresentanza della società ai fini dell’effettuazione del sopralluogo" ;
"Il sopralluogo potrà essere effettuato da procuratore speciale munito di apposita procura notarile."
"I Procuratori speciali sono configurabili come rappresentanti dell’impresa e pertanto possono eseguire il sopralluogo"
"Stante l’abrogazione dell’art. 106 del DPR 207/2010, la figura del soggetto munito di procura notarile è comunque ammessa a eseguire il sopralluogo"
- il Parere ANAC n.104 del 09/06/2011, cita " ..la disciplina vigente non preclude al "procuratore speciale", se munito dei necessari poteri, di eseguire sopralluoghi ed impegnare l'impresa, eventualmente, anche sottoscrivendo o presentando l'offerta e firmando il contratto d'appalto".Ciò premesso, si richiede di far intervenire al previsto sopralluogo, con la Procura Notarile, un tecnico in rappresentanza del legale rappresentante, evitando cosi gli ingenti disagi derivanti dall'impossibilità dello stesso di partecipare alla gara in oggetto per concomitanti impegni sempre in relazione a gare d'appalto pubbliche.

Risposta

Il sopralluogo potrà essere effettuato dai soggetti indicati al punto 7.6 del Disciplinare di gara e, in particolare, il rappresentante legale può effettuare il sopralluogo per il tramite di un procuratore speciale che lo effettuerà in nome e per conto del rappresentante stesso dell'impresa.

Domanda 2

Le dichiarazioni di cui alle lettere A) B) C) D) E) F) sono alternative al modello DGUE oppure è obbligatorio farli entrambi ?

Risposta

Vanno presentati entrambi e compilati per tutto ciò che viene richiesto nel disciplinare di gara e che e' pertinente all'appalto in particolare la mancanza del DGUE se non integrata, è causa di esclusione dal procedimento.

Domanda 3

Per quanto riguarda la dichiarazione modello C (art. 80) si chiede se la dichiarazione possa essere resa dal Legale Rappresentante per tutti i soggetti (elencandoli e segnando per ciascuno tutti i dati anagrafici) , come prevede la legge.

Risposta

Si è possibile.

Domanda 4

Siamo un impresa in possesso di OG1 III-BIS e volevamo sapere se la categoria OS32 era sub-appaltabile al 100%

Risposta

E' possibile sub appaltare l'intero importo della categoria 0S32, come previsto dall'art 105 comma 5 del codice.
Il subappalto totale non può superare la quota del 30 per cento dell'importo complessivo del contratto di lavori, servizi o forniture.

Domanda 5

E' obbligatorio indicare la terna di subappaltatori?

Risposta

Come indicato dal disciplinare di gara all'art. 11.1 e ai sensi dell'articolo 105 comma 6 del Codice è obbligatoria l'indicazione della terna di subappaltatori, indipendentemente dall'importo a base di gara qualora, tra le lavorazioni che si intende subappaltare siano indicate dall'operatore attività maggiormente a rischio di infiltrazione mafiosa, individuate al comma 53 art 1 legge 190/2012 e dal protocollo per lo sviluppo della legalità e la trasparenza degli appalti pubblici allegato alla documentazione di gara, e come sotto elencate:

Qualora la terna non venga presentata, in caso di aggiudicazione l'operatore non potrà essere autorizzato al subappalto per le lavorazioni di cui sopra.

Domanda 6

Relativamente alla richiesta di indicazione della terna di subappaltatori in caso di “subappalto di attività maggiormente esposte a rischio infiltrazione mafiosa (art. 1, comma 53, L. 190/2012)”, si richiede se, nel caso di subappalto delle sole opere di montaggio carpenteria (casseratura, posa ferro, getto calcestruzzo), occorre comunque indicare i fornitori di calcestruzzo e ferro.

Risposta

La terna dei subappaltatori deve obbligatoriamente essere indicata se si subappaltano le lavorazioni ricadenti nei cosiddetti “settori sensibili” come indicato nell'articolo 1 comma 53 della Legge 190/2012.

Domanda 7

Vista la proroga dei termini per la presentazione delle offerte, la scadenza della garanzia provvisoria deve essere posticipata?

Risposta

La validità della garanzia provvisoria deve essere di 180 giorni a partire dal termine ultimo per la presentazione dell'offerta pertanto se sono stati prorogati i termini di presentazione dell'offerta dovrà anche essere prolungata la durata della polizza.

Domanda 8

Con la presente per avere chiarimento inerente i requisiti di partecipazione per la gara in questione. Siamo in possesso di sola SOA OG1 classifica 3-BIS e a quanto emerge dagli elaborati di progetto vi sono un quantitativo assai rilevante di opere impiantistiche (Euro 202.509,51) che non sono state scorporate dalla categoria prevalente e che sono state assorbite ad essa. Le stesse opere inoltre superano abbondantemente il 10% dell'importo di gara (circa il 24,5%) limite entro il quale vige obbligo di scorporabilità delle categorie omogenee di lavoro o quantomeno della loro messa in evidenza puntuale al solo fine dell'eventuale subappalto (al pari della categoria OS32). Come mai le categorie degli impianti non sono state scorporate dalla prevalente vista la loro incidenza % rispetto all'importo totale dell'appalto? Oltremodo va considerata la categoria OS32, a qualificazione obbligatoria anch'essa, che nel Bando viene segnalata pari all'8,7%. Per questi lavori in OS32, per le ditte come la Ns non abilitate all'esecuzione di tali opere, vige l'obbligo di subappalto a ditte idoneamente qualificate allo stesso modo delle opere impiantistiche sopra menzionate (pari al 24,5% del totale) che vanno affidate ad installatori abilitati si sensi del DM 37/2008. OS32 e impianti insieme superano il limite di subappaltabilità massimo consentito dalla norma (30%) quindi come è possibile per ditte come la Ns, in possesso di sola SOA OG1 in classifica 3-BIS, partecipare in forma singola alla gara come affermate nel Disciplinare di gara?

Risposta

Il concorrente dotato di sola qualifica OG1 è abilitato a realizzare in proprio o con qualsiasi altro mezzo gli impianti esplicitamente citati nella declaratoria.

Gli impianti termico, antincendio ed idrico (non citati esplicitamente nella declaratoria) possono essere subappaltati dato che ammontano ad € 129.339,80 (16,13% dell'importo a base di gara).

Qualora l'appaltatore intendesse subappaltare anche gli impianti elettrico e fotovoltaico, l'importo salirebbe ad € 202.509,51 pari al 25,25%, sempre inferiore alla soglia del 30% dell'importo a base di gara.

Quanto alle strutture in legno si tratta di uno schema di modeste dimensioni (colonne di altezza di circa 5 metri e travi di luce di circa 11 metri) la cui produzione e fornitura a piè d'opera deve essere perfettamente tracciabile e certificata ed accompagnata dagli schemi esecutivi per il montaggio, alla stregua di vari altri componenti ricorrenti nell'attività edilizia strutturale; la produzione in stabilimento è completa dei sistemi di collegamento (piastre, controventi, ecc..), fino alla forature per le bullonerie. Il montaggio rientra nella declaratoria della categoria OG1, quindi non si pone il caso del subappalto obbligatorio ma semplicemente quello della fornitura a piè d'opera dei componenti strutturali completi di tutti i complementi per l'assemblaggio.

Resta ovviamente piena facoltà del concorrente la costituzione di Associazione Temporanea orizzontale dotata di tutte le qualifiche richieste per l'esecuzione e la certificazione di conformità prescritta dalle norme vigenti.

Domanda 9

Si richiede se per la partecipazione all’appalto in oggetto sia sufficiente possedere la categoria OG1- IV BIS dichiarando il subappalto della categoria OS32.

Risposta

Si conferma che per la partecipazione alla gara è sufficiente possedere la categoria OG1-III. Per quanto riguarda il subappalto tutte le lavorazioni possono essere subappaltate nel limite massimo complessivo del 30% complessivo dell'importo a base di gara.