SUA.SV Comune di Murialdo. Appalto n. 97 – Affidamento servizio incarico di redazione di un...

SUA.SV Comune di Murialdo. Appalto n. 97 – Affidamento servizio incarico di redazione di un progetto di fattibilità tecnico economica e progettazione definitiva del nuovo ponte in località Fucine, compresa demolizione vecchio ponte. CIG 7006386C9F.

Scaduto Martedì, 18 Aprile 2017

Documentazione

È disponibile la seguente documentazione:

Aggiudicazioni ed avvisi

18/08/2017 - Avviso di aggiudicazione

16/08/2017 - Esito

18/05/2017 - Verbale

12/05/2017 - Avviso seduta pubblica

5/05/2017 - Verbale

4/05/2017 - Avviso apertura offerte economiche

2/05/2017 - Verbale di Gara

27/04/2017 - Avviso seduta pubblica

20/04/2017 - Verbale e Dichiarazioni

FAQ

Domanda 1

Relativamente al professionista che dovrà predisporre la relazione archeologica, qualora non associato, è sufficiente che sia solo indicato come consulente esterno senza indicare necessariamente una terna di subappaltatori?

Risposta

E' sufficiente che il professionista che dovrà predisporre la relazione archeologica, qualora non associato sia un consulente.
L'indicazione della terna dei subappaltatori non è necessaria in quanto l'importo dell'appalto è sotto la soglia comunitaria.

Domanda 10

All'interno del disciplinare di gara, punto 1.3, vengono definite quali categorie delle opere strutture S04 e viabilità V02, mentre al punto 14.3.1. e 14.3.2.le categorie delle opere per dimostrazione dei requisiti sono: strutture S03-S04 e viabilità V02-V03. Qual'è la corretta interpretazione per dimostrazione dei requisiti?

Risposta

Le categorie corrette per l'identificazione degli interventi sono S04 e V02 indicate al punto 1.3,  ma per quanto riguarda il discorso dimostrazione dei requisiti vanno bene in aggiunta anche le categorie S03 e V03 come indicato nelle tabelle ai punti 14.3.1. e 14.3.2.

Domanda 11

Quale è la differenza tra "quota di partecipazione al raggruppamento" e "quota di esecuzione" (modello F).

Risposta

La quota di partecipazione al raggruppamento implica il possesso della corrispondente quota dei requisiti di partecipazione salvo quelli che devono essere posseduti dal raggruppamento nel suo complesso. Le quote di esecuzione possono essere anche diverse dalla quota di partecipazione.

Domanda 12

Sul modello D, alla lettera d), bisogna indicare i lavori sulla base dei quali si hanno i requisiti? fare quindi l’elenco con i relativi importi lavori?

Risposta

Si.

Domanda 13

Al punto 14.3.1 del disciplinare di gara, dopo la tabella riportante gli “importi requisito in lavori” c’è scritto.. “Su richiesta della stazione appaltante tale requisito deve essere dimostrato:
a) Per professionisti singoli o associati…: copia delle dichiarazioni IVA o modello Unico”….. Dalle dichiarazioni IVA o modello Unico non si desume l’importo dei lavori, ma solo gli importi delle parcelle. Quali sono i requisiti che si devono avere che si desumono dalle dichiarazioni IVA o modello Unico?

Risposta

La dichiarazione IVA o modello Unico devono essere accompagnate da una dichiarazione del legale rappresentate che attesti la ripartizione dell'importo risultate dalle dichiarazioni IVA/modello Unico rispetto all'importo dei lavori corrispondenti al servizio in gara. A questa và allegata la distinta dei lavori come specificata al medesimo punto 14.3.1 del disciplinare di gara.

Domanda 14

Gli importi requisito in lavori sono da intendersi come importo dei lavori dell’opera o come importo fatturato per la progettazione?

Risposta

Sono da intendersi come importo lavori.

Domanda 15

In caso di ATI, il modello D deve essere compilato solo dalla mandataria o anche dalle mandanti?

Risposta

Il modello D deve essere compilato dalla mandataria e dai mandanti.

Domanda 16

In merito alla gara in oggetto si chiede se relativamente alla prestazione della relazione archeologica, in fase di partecipazione alla gara basta soltanto dichiarare che la prestazione sarà affidata a un consulente esterno oppure è necessario già identificare il consulente mediante l'inserimento dei dati anagrafici.

Risposta

E' necessario identificare il consulente che dovrà rendere le dichiarazioni con apposito modello C.

Domanda 17

In riferimento all'art. 1 del capitolato di gara se "i costi di demolizione/rimozione e smaltimento dei reliquati del vecchio ponte...OMISSIS...realizzate in somma urgenza a seguito degli eventi alluvionali del 24 novembre 2016" debbano essere tenuti in considerazione nella stima dei lavori e quindi dovranno rientrare nell'importo complessivo dell'opera pari ad Euro 1.800.000,00 e in caso affermativo a quanto ammonta l'importo dei lavori sostenuti in somma urgenza.
- I lavori realizzati in somma urgenza hanno riguardato il ponte nel suo complesso o solo parte di esso?

Risposta

Nell' importo complessivo di Euro 1.800.000,00 è compresa la realizzazione del nuovo ponte, la demolizione/rimozione del vecchio ponte e la demolizione/rimozione del guado e opere accessorie.

Domanda 18

Nel caso di partecipazione sotto forma di ATI tra un ingegnere, un geologo e un ingegnere giovane, il geologo deve avere anche lui da solo i requisiti di espletamento di incarichi per gli importi lavori indicati ai punti 14.3.1 e 14.3.2 del disciplinare?

Risposta

I requisiti devono essere posseduti comulativamente nell'ATI.

Domanda 19

Per la partecipazione l’ATI deve già essere formalizzata con atto notarile?

Risposta

No, è necessario che si costituisca nei termini di legge se aggiudicatario.

Domanda 2

Relativamente al solo elemento di valutazione b6, le 6 cartelle formato A4 riportanti i curricula sono da intendersi oltre le 30 cartelle della Relazione 2?

Risposta

Le 6 cartelle riportanti i curricula sono da intendersi comprese nelle 30 cartelle della Relazione 2.

Domanda 20

Nel caso un partecipante non abbia nella sua struttura organizzativa un geologo, occorre necessariamente fare un ATI già in fase di partecipazione o può essere nominato come consulente?

Risposta

Vedi risposta al quesito n. 8

Domanda 21

Al punto m) del Modello D che allego si legge:
[....] nel caso in cui la cauzione provvisoria venga prestata in misura ridotta, ai sensi del comma 7 dell’art. 40 del Codice: il possesso del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000;
Nel Disciplinare di gara, nel paragrafo 16 CONTENUTO BUSTA AMMINISTRATIVA in nessun punto è richiesta la cauzione provvisoria
E’ un refuso quanto indicato al punto m) nel Modello D o, invece, va prodotta la cauzione provvisoria?

Risposta

Si tratta di un refuso nel modello D, in quanto la cauzione provvisoria per i concorrenti agli incarichi di progettazione non è richiesta. I concorrenti non sono però esentati dall'obbligo di presentazione della cauzione definitiva come previsto al punto 4 delle linee guida Anac n. 1 approvate con delibera 973 del 14 settembre 2016.

Domanda 3

Dal disciplinare di gara deduco che viene assegnato un punteggio all'offerta tecnica in base alla "qualità architettonica ed ingegneristica della soluzione proposta che tenga conto dei luoghi in cui è previsto l'intervento..." (punto b2, art. 3 della disciplinare).
a) E' disponibile per la redazione della proposta una planimetria, un rilievo delle aree, ecc. (possibilmente in formato dwg)?
b) In alternativa (o in aggiunta), la provincia fornisce cartografia tipo GIS dai cui si possa ricavare la superficie del terreno (anche e soprattutto le elevazioni) nelle aree interessate? ad esempio rilievi tipo Lidar ecc..

Risposta

Si veda stralcio Carta Tecnica Regionale (CTR) in scala 1:5000 pubblicata sul sito della Provincia di Savona con esatta ubicazione dell'area oggetto di intervento. Per ulteriori notizie sull'area e i vincoli territoriali si veda il sito della Provincia di Savona alla pagina http://geoportale.provincia.savona.it e quello della Regione Liguria alla pagina http://www.regione.liguria.it/

AllegatoDimensione
Stralcio CTR884.01 KB
Domanda 4

In merito alla gara in oggetto si chiede, per quanto riguarda la presentazione dei servizi, all'art. 3.3 a) del disciplinare si parla di una copertina contenente le informazioni riguardanti il lavoro presentato, se volendo presentare i lavori in formato A3 la copertina può essere un ulteriore foglio A4 da aggiungere ai 3 A3 presentati oppure deve occupare metà del primo foglio A3.

Risposta

Un foglio A4 avente funzione di copertina si può aggiungere ai 3 A3 presentati.

Domanda 5

Indagini geognostiche: sono già disponibili indagini geognostiche e relative analisi di laboratorio per l’area del ponte oggetto di gara? Se non sono disponibili, saranno eseguite direttamente dalla stazione appaltante? Nei costi indicati nel capitolato di gara nella tabella “Compenso per prestazioni professionali” e nel quadro economico non abbiamo trovato cenno a tale attività.

Risposta

Non sono già disponibili indagini di alcun tipo. Tali indagini devono intendersi inserite nell'ambito della voce inerente le Relazione geologiche.

Domanda 6

Nel Capitolato di gara per quanto riguarda i requisiti economico finanziari al Cap. 2 del disciplinare al punto 2.2 si parla di due servizi di ingegneria svolti negli ultimi 10 anni; tale condizione è ripetuta nel Disciplinare di gara al punto 14.3.2.
Nel Disciplinare di gara al Capitolo 14.3 “Capacità tecnica e professionale” al paragrafo 14.3.1 si parla di espletamento negli ultimi dieci anni di servizi di ingegneria relativi alle classi inerenti l’oggetto, ma al successivo paragrafo 14.3.8, vi è un’apparente contraddizione. Si dice, infatti: “i servizi sono valutabili sono quelli iniziati, ultimati e approvati nei migliori cinque anni del decennio precedente la data della pubblicazione del bando”. Si chiede, quindi, se i servizi valutabili devono essere considerati nei dieci anni precedenti il bando, oppure nei migliori cinque anni del decennio precedente.

Risposta

Il requisito è da intendersi sempre in riferimento ai 10 anni.

Domanda 7

Per quanto riguarda le classi e le categorie di progetto strutturale richieste al punto 2 del Capitolato di Gara, si parla delle classi S03-S04, corrispondenti alle vecchie 1g / IXb; chiediamo se per il requisito economico-finanziario è possibile considerare anche le classi S05 e S06, che nella tavola Z-1 del decreto vigente vengono fatte corrispondere rispettivamente alle vecchie classi IXb / IXc e 1g / IXc, in quanto, trovandosi la struttura oggetto di gara in zona sismica, per le fondazioni possono essere richieste calcolazioni di tipo speciale, ricoperte da tali classi.

Risposta

Sono da considerarsi solamente le classi S03 e S04.

Domanda 8

Nel caso un partecipante non abbia nella sua struttura organizzativa un geologo, occorre necessariamente fare un ATI già in fase di partecipazione o può essere nominato come consulente?

Risposta

In avvalimento o Raggruppamento temporaneo.

Domanda 9

All'interno del disciplinare di gara al punto 1.2 si legge che il concorrente deve indicare nella scheda offerta economica i costi relativi alla sicurezza afferenti all'esercizio dell'attività svolta dal concorrente medesimo con indicazione,in misura percentuale su fatturato/ricavi, mentre nella scheda offerta economica (modello G) si richiede l'indicazione dei costi di sicurezza aziendali in euro.
Qual'è la corretta interpretazione per l'indicazione di tali costi?

Risposta

I costi che devono essere obbligatoriamente indicati nella scheda offerta economica (modello G) a pena di esclusione sono i costi di sicurezza aziendali.