Altare

Stemma del Comune
Situato sull'Appennino Ligure, Altare è un borgo di origine medioevale, da sempre famoso per la lavorazione del vetro. Quest'arte fu portata in questa zona ricca di boschi ideali come combustibile per le fornaci, secondo alcuni, da famiglie francesi nel XI secolo, secondo altri dai monaci benedettini. Di certo si sa che maestri vetrai di Orléans e di Nevers vennero ad Altare ad organizzare e ad insegnare il difficile mestiere artigianale. Con il passare degli anni le famiglie del luogo dettero vita ad una corporazione chiamata “Università Vetraria” che governò il comune fino al 1823, con propri statuti riconosciuti dai Monferrato nel 1512. La tradizione fu mantenuta dalla Società Artistica Vetraria dal 1864 con un forno per la soffiatura accanto agli impianti industriali. L'abilità di questi artigiani specializzati nell'arte del vetro giunse a tali livelli che i maestri locali furono apprezzati non solo in Italia, ma vennero inviati nelle più famose corti europee. Oggi Altare è sede del Museo dell'arte vetraria, situato all'interno della Villa Rosa, una pregevole palazzina in stile liberty, recentemente riportata agli antichi splendori e che conserva una rassegna di opere realizzate tra il 1750 e il 1950. Il borgo ospita ancora botteghe artigiane che proseguono l'antica tradizione della soffiatura del vetro.

Giorno festivo

16 agosto

Patrono

San Rocco

Comune di Altare

Museo del vetro
Telefono: 
01958005
Posta elettronica: 
Superficie: 
11.74 km²
Popolazione: 
2127
Densità: 
181 abitanti/km²
Altitudine minima: 
379 m slm
Altitudine massima: 
821 m slm

Torna indietro