Telefono Donna

Telefono donna nasce nel 1991, in seno alla Consulta Provinciale Femminile, a complemento del già attivo (1985) servizio di Consulenza Legale in diritto di Famiglia svolto dall'Avvocato Angela Accamo Brescia. Gestito esclusivamente da volontarie opportunamente preparate attraverso corsi e percorsi di formazione e aggiornamento, “Telefono donna”, ispirandosi al principio di solidarietà datosi, ha offerto e –offre- con riservatezza il suo aiuto e/o sostegno a donne, famiglie, persone in momentanea difficoltà. Primo punto d’ascolto in Provincia di Savona, “ Telefono donna”, avendo operato per un periodo di tempo attraverso un Numero Verde Nazionale, ha fatto altresì un’ estesa esperienza circa i vissuti delle donne. Nel 1998 si costituisce in Associazione Onlus (Registro Regionale n.° 508 del 18/8/1998) secondo la Legge 266/91 e stipula una Convenzione con l’Amministrazione Provinciale, che ne regola i rapporti. Accanto all’ascolto e ai servizi -gratuiti- di consulenze: legale, psicologico alla persona e alla famiglia, nel tempo, “Telefono donna” ha svolto una intensa attività socio/culturale, nonché di sensibilizzazione allo scopo d’ informare e formare. Pertanto:
  • ha organizzato tavole rotonde e /o di lavoro, dibattiti, convegni sui temi inerenti la coppia, la famiglia, i minori, sulla problematica della donna divorziata, separata, convivente; sui temi sociali quali:
  • droga,
  • prostituzione,
  • aids,
  • disturbi alimentari,
  • violenza nei suoi vari aspetti,
  • depressione e/o solitudine,
passando per il soccorso dell’auto mutuo aiuto ma anche dell’assistenza sanitaria domiciliare integrata, la cui assenza ricade con disagio sulla donna. Persino l’11 settembre con la sua ricaduta di angoscia è stato oggetto di una conferenza. In tempi più recenti, in ordine alle mutate condizioni del panorama sociale, Telefono donna ha rivolto la sua attenzione al fenomeno delle migrazioni attraverso corsi di formazione specifica, convegni, dando vita altresì alla “1^ Notte bianca del dialogo interculturale” nonché ad uno spazio d’ascolto per le immigrate (v. in calce);
  • ha organizzato incontri con scuole, e con i “telefoni” della Liguria;
  • ha raccolto e pubblicato, per conto dell’Amministrazione Provinciale, i dati relativi ad una indagine conoscitiva sul territorio dal titolo “Il divorzio come problema non solo privato, ma sociale”; e ha collaborato, accanto alla Consulta Provinciale Femminile, ad una ricerca, sempre sul territorio provinciale, relativa al ruolo della donna all’interno della famiglia;
  • ha premiato poeti e narratori nei vari Concorsi letterari della Provincia, compreso “Voci di donne”- sezione premi speciali;
  • è stato ospite presso radio locali (onda ligure, tele Varazze, radio savona sound); ha pubblicato su periodici locali e della Val Bormida (Letimbro, Self Service, Liguria & dintorni, Koop informa, Ausernotizie, ed altri);
  • ha al suo attivo un album di Socie Onorarie di tutto rispetto scelte tra donne di successo dal profilo umano e affine agli obiettivi propri (1999 Renata Scotto;2000 Rossana Casale;2001 Daniela Poggio; 2003 Teresa Sarti;2004 Pamela Villoresi; 2005 Giacinta Luzi; 2006 Lella; Costa; 2007 Serena Autieri; 2008 Amanda Sandrelli;
  • è membro della Consulta Provinciale Femminile.
Oggi, essendo firmatario del protocollo d’intesa della Rete Provinciale contro la violenza di genere, opera in qualità di Centro Antiviolenza della Provincia di Savona.