Appalto n. 1929 - Servizio di manutenzione invernale a corpo sulla rete stradale provinciale. Stagioni invernali 2018/19-2019/20

Appalto n. 1929 - Servizio di manutenzione invernale a corpo sulla rete stradale provinciale. Stagioni invernali 2018/19-2019/20 – lotti 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12.

In scadenza Mercoledì, 24 Ottobre 2018

Attenzione

ATTENZIONE: in data 05/10/2018 sono stati pubblicati gli allegati sostitutivi di "Prospetto economico oneri complessivi", "Modello G" e "Modello H" - Vedi apposita sezione fondo pagina

Documentazione

È disponibile la seguente documentazione:

FAQ

Domanda 01

A pag. 6 del Capitolato Speciale descrittivo e prestazionale, (precisamente al punto D), nonché a pag. 7, ( precisamente al punto E4) si legge che i mezzi (...) oggetto dell'appalto dovranno sempre essere disponibili ed efficienti per l’intervento (con il pieno dì carburante, lubrificante e scorte) ed inoltre essere predisposti per l'immediato aggancio dell'attrezzatura per ì trattamenti di che trattasi. I mezzi, compresi quelli di riserva, devono essere ricoverati all’interno del lotto o nelle zone attigue in modo da essere perfettamente operativi sul lotto in appalto, al fine di garantire l’inizio del servizio entro trenta minuti dalla chiamata e/o dall'esplicitarsi delle oggettive condizioni che rendono necessario l’intervento". L’interpretazione di detta disposizione deve intendersi nel senso che i mezzi impiegati nell’appalto ed indicati in sede di consegna, debbono restare 24 ore su 24 a disposizione del presente appalto e non possono essere utilizzati per differenti attività (uso esclusivo dell'appalto della Provincia di Savona)?

Risposta

Per i mezzi impiegati in appalto, non è richiesto l'uso esclusivo, ma la garanzia di essere perfettamente operativi per lo svolgimento del servizio, con eventuale utilizzo dei mezzi di riserva e di quelli inseriti nella tabella allegata e come indicato nel Capitolato Speciale descrittivo e prestazionale punto D).

Domanda 02

A pag. 3 del Disciplinare di gara (precisamente al punto 3.2) si legge che "Ciascun concorrente può partecipare a uno o più lotti, ma il medesimo concorrente non potrà essere aggiudicatario di più di cinque lotti. In caso di aggiudicazione allo stesso concorrente di cinque lotti, le offerte per i lotti successivi non saranno prese in esame.” E’ possibile precisare in sede di offerta per singolo lotto che, in caso di aggiudicazione di un determinato lotto, si rinuncia all'aggiudicazione? (es. In caso di aggiudicazione del lotto n. 5, si rinuncia al lotto n. 1).
In subordine, qualora la società abbia raggiunto il limite dei 5 lotti, ma abbia partecipato anche ad altri lotti successivi, è possibile rinunciare immediatamente all’aggiudicazione di un lotto, senza subire conseguenze negative (es. Incameramento della cauzione), al fine di poter partecipare a lotti successivi?

Risposta

Le offerte verranno aperte e aggiudicate partendo dal lotto 1 e conseguenziali fino al lotto12.
Nel caso in cui una ditta si aggiudicasse un numero di 5 lotti, le eventuali successive offerte non saranno prese in considerazione, anche in caso di rinuncia di un lotto già assegnato.

Domanda 03

A pag. 15 del Disciplinare di gara (precisamente al punto 15.1.3 Capacità tecnica e professionale) si legge che "nel caso di partecipazione ad un solo lotto compilando l'elaborato mezzi lotti singoli (allegato G); nel caso di partecipazione a più lotti, il concorrente dovrà dimostrare la disponibilità dei mezzi richiesti compilando l'elaborato elenco mezzi complessivo (allegato H). Tale requisito dovrà essere successivamente dimostrato, su richiesta della stazione appaltante, mediante produzione dell'elenco dei mezzi e delle attrezzature di cui all'elaborato "Prospetto Economico Oneri Complessivi" citato e produzione di copia della documentazione attestante la relativa proprietà (certificato di proprietà, libretto di circolazione, documenti ad essi assimilabili). Per i mezzi e le attrezzature non di proprietà, il concorrente, al fine di dimostrare la disponibilità degli stessi, dovrà produrre dichiarazione di impegno di altro soggetto proprietario a mettere a disposizione tali mezzi e attrezzature per lo svolgimento del servizio oggetto dell'appalto alle condizioni di cui al capitolato speciale descrittivo e prestazionale, per tutto il periodo di svolgimento del servizio, allegando altresì copia della documentazione attestante la proprietà (certificato di proprietà, libretto di circolazione con indicazione obbligatoria dell’uso di terzi ai sensi dell'articolo 82, comma 4 Codice della Strada, documenti ad essi assimilabili)”.
Dalla disamina degli allegati G e H entrambi riportano in calce la dicitura “si allegano documenti giustificativi. Per disponibilità si intendono in via meramente esemplificativa noleggio, comodato ecc,”. I documenti giustificativi (e quindi libretto di circolazione, certificato di proprietà, contratto di comodato e/o di noleggio) devono essere allegati già in fase di offerta ai citati allegati G e H o saranno forniti all’Ente solo in caso di aggiudicazione?

Risposta

Per i mezzi di proprietà in fase di gara è sufficiente compilare l'elaborato mezzi con i dati richiesti (Modello targa ecc.), la dichiarazione vale come autocertificazione, la documentazione attestante la proprietà dovrà essere consegnata al momento della visita mezzi a seguito di proposta di aggiudicazione.

Per quelli non di proprietà, dovrà essere allegata la documentazione attestante impegno di altro soggetto proprietario a mettere a disposizione tali mezzi e attrezzature per lo svolgimento del servizio oggetto dell'appalto, allegando altresì copia della documentazione attestante la proprietà.

Domanda 04

A pag. 15 del Disciplinare di gara (precisamente al punto 15.1.3 Capacità tecnica e professionale) si legge che “Per i mezzi e le attrezzature non di proprietà, il concorrente, ai fine di dimostrare la disponibilità degli stessi, dovrà produrre dichiarazione di impegno di altro soggetto proprietario a mettere a disposizione tali mezzi e attrezzature per lo svolgimento del servizio oggetto dell'appalto alle condizioni di cui al capitolato speciale descrittivo e prestazionale, per tutto il periodo di svolgimento del servizio, allegando altresì copia della documentazione attestante la proprietà (certificato di, proprietà, libretto di circolazione con indicazione obbligatoria dell’uso di terzi ai sensi dell'articolo 82 comma 4 Codice della Strada, documenti ad essi assimilabili”. Ai fini della concessione in comodato di mezzi, la messa a disposizione del veicolo “per tutto il periodo di svolgimento del servizio” deve essere inteso, ai sensi dell’art. 94 comma 4 bis CDS, come comodato per una durata superiore ai 30 giorni, con i conseguenti adempimenti imposti dal CDS in tema di aggiornamento della carta di circolazione?

Risposta

Se il comodato d'uso è superiore a 30 giorni c'è l'obbligo di richiedere l'aggiornamento sulla carta di circolazione, mentre non è obbligatorio nel caso di stipula tra familiari, o per periodi inferiori a trenta giorni.

Il comodato d'uso gratuito inferiore ai trenta giorni può essere accettato dal committente solo in casi particolari e, comunque, valutato ed autorizzato dai responsabili del servizio.

Domanda 05

In riferimento alla capacità tecnico professionale (numero di mezzi per lotto) si deve fare riferimento a quanto contenuto nell’elaborato n. 4 (prospetto economico oneri complessivi datato settembre 2017) o in quanto contenuto nell’allegato G? Nell’elaborato n. 4 (prospetto economico oneri complessivi datato settembre 2017) si ravvisano difformità nel numero di mezzi richiesti per singolo lotto tra il prospetto orizzontale ed il prospetto verticale (es. Nel lotto 2 nel prospetto orizzontale sembrerebbe essere richiesto un mezzo sgombraneve di riserva, mentre nel prospetto verticale sembrerebbero essere richiesti 2 mezzi sgombraneve dì riserva). Si richiedono chiarimenti in proposito e/o una chiara esplicitazione del numero di mezzi richiesti per singolo lotto.

Risposta

Si ripubblicano i modelli H, G e l'Elaborato 4 – Prospetto economico oneri complessivi, depurati degli errori materiali, che sostituiscono quelli pubblicati in data 19 settembre 2018.

Domanda 06

A pag. 17 del Disciplinare di gara (precisamente al punto 11.1 Subappalto) si legge che il concorrente deve indicare all’atto dell’offerta i servizi o le parti di servizi che intende subappaltare, in conformità a quanto previsto dall’articolo 105 del Codice e dal Capitolato Speciale d’appalto. In mancanza di tali indicazioni il successivo subappalto è vietato.” L’interpretazione di detta disposizione deve intendersi nel senso che, già in fase di gara, debbono essere specificatamente individuati i tratti stradali del lotto per cui si partecipa che si intendono subappaltare? (es. Non si può genericamente indicare “subappalto di attività di sgombero neve e spargimento sale”).

Risposta

Il concorrente all'atto dell'offerta deve indicare quale tipo di servizio o parte di esso intende subappaltare, ad esempio: salaggio strade, sgombero neve, spazzolamento della sede stradale ecc. (non viene intesa l'indicazione dei luoghi, ma quella dei servizi).

Domanda 07

Nella precedente richiesta di chiarimenti del 03/10/2018 la scrivente richiedeva al quesito n. 3 se “I documenti giustificativi (e quindi libretto di circolazione, certificato di proprietà, contratto di comodato e/o di noleggio) devono essere allegati già in fase di offerta ai citati allegati G e H o saranno forniti all’Ente solo in caso di aggiudicazione?”
La Stazione appaltante, con specifico riferimento alla documentazione relativa ai mezzi non di proprietà rendeva la seguente risposta: “Per quelli non di proprietà, dovrà essere allegata la documentazione attestante impegno di altro soggetto proprietario a mettere a disposizione tali mezzi e attrezzature per lo svolgimento del servizio oggetto dell'appalto, allegando altresì copia della documentazione attestante la proprietà.”
In relazione alla risposta della Stazione appaltante sopra riportata si richiede l'ulteriore precisazione se la stessa si riferisca alla fase di offerta.

Risposta

Si si riferisce alla fase di offerta.

Domanda 08

Nella precedente richiesta di chiarimenti del 03/10/2018 la scrivente richiedeva al quesito n. 4 se “Ai fini della concessione in comodato di mezzi, la messa a disposizione del veicolo “per tutto il periodo di svolgimento del servizio” deve essere inteso, ai sensi dell’art. 94 comma 4 bis CDS, come comodato per una durata superiore ai 30 giorni, con i conseguenti adempimenti imposti dal CDS in tema di aggiornamento della carta di circolazione?”
La Stazione appaltante rendeva la seguente risposta: “Se il comodato d'uso è superiore a 30 giorni c'è l'obbligo di richiedere l'aggiornamento sulla carta di circolazione, mentre non è obbligatorio nel caso di stipula tra familiari, o per periodi inferiori a trenta giorni.
Il comodato d'uso gratuito inferiore ai trenta giorni può essere accettato dal committente solo in casi particolari e, comunque, valutato ed autorizzato dai responsabili del servizio.”

In relazione alla risposta della della Stazione appaltante sopra riportata si richiede l'ulteriore precisazione su cosa si debba intendere per “casi particolari” ai fini dell'autorizzazione di un comodato inferiore a 30 giorni (es. sostituzione temporanea di un mezzo).

Risposta

In casi particolari, ad esempio sostituzione temporanea di mezzi,comunque sempre sulla valutazione della D.L. nello spazio temporale di 30gg max.

Domanda 09

Nella precedente richiesta di chiarimenti del 03/10/2018 la scrivente richiedeva al quesito n. 2 se “E’ possibile precisare in sede di offerta per singolo lotto che, in caso di aggiudicazione di un determinato lotto, si rinuncia all'aggiudicazione? (es. In caso di aggiudicazione del lotto n. 5, si rinuncia al lotto n. 1).
In subordine, qualora la società abbia raggiunto il limite dei 5 lotti, ma abbia partecipato anche ad altri lotti successivi, è possibile rinunciare immediatamente all’aggiudicazione di un lotto, senza subire conseguenze negative (es. Incameramento della cauzione), al fine di poter partecipare a lotti successivi?”

La Stazione appaltante rendeva la seguente risposta: “Le offerte verranno aperte e aggiudicate partendo dal lotto 1 e conseguenziali fino al lotto12. Nel caso in cui una ditta si aggiudicasse un numero di 5 lotti, le eventuali successive offerte non saranno prese in considerazione, anche in caso di rinuncia di un lotto già assegnato.”

In relazione alla risposta della della Stazione appaltante sopra riportata si richiede l'ulteriore precisazione se in caso di rinuncia immediata al lotto (ciò indipendentemente dal raggiungimento dell'assegnazione di 5 lotti o meno) il soggetto rinunciante debba subire l'escussione della cauzione.

Risposta

La rinuncia impone automaticamente l'escussione della cauzione.

Domanda 10

A pag. 3 del Disciplinare di gara (precisamente al punto 3.2) si legge che “Ciascun concorrente può partecipare ad uno o più lotti, ma il medesimo concorrente non potrà essere aggiudicatario di più di cinque lotti. In caso di aggiudicazione allo stesso concorrente di cinque lotti, le offerte per i lotti successivi non saranno prese in esame”.
E' possibile precisare nel caso in cui un lotto non riceva alcuna offerta andando così deserto, come intende procedere la Stazione appaltante? Verrà indetta una nuova gara oppure si procederà ad affidamento diretto? In entrambi i casi, il concorrente che avrà ottenuto l'aggiudicazione di 5 lotti potrà essere contemplato per l'affidamento diretto o invitato alla nuova gara?

Risposta

Il caso prospettato sarà oggetto di successiva valutazione al termine della procedura di gara ad evidenza pubblica.