Con il programma ELENA la Provincia promuoverà 42 milioni di investimenti sul territorio savonese

Grazie ai fondi europei del programma ELENA la Provincia guida i Comuni nel risparmiare i costi di energia rispettando l'ambiente.

Presentato a Palazzo Nervi il progetto “PROSPER” finanziato dal programma ELENA (European Local ENergy Assistance) della Banca Europea degli Investimenti (BEI), a cui il Servizio Ambiente della Provincia di Savona lavora da tempo con il supporto di IRE Agenzia Regionale Ligure Infrastrutture Recupero Energia S.p.A, è un importante intervento-investimento che vedrà nei prossimi anni i Comuni della Provincia adeguarsi ai parametri di emissione europei attraverso interventi di efficientamento energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili.

Il progetto genererà investimenti per 42 milioni di euro, grazie ai quali verranno realizzati interventi di ottimizzazione dei sistemi di illuminazione pubblica e degli immobili e impianti a fonte rinnovabile (solare termico, fotovoltaico e mini-idroelettrico). Tutto questo consentirà non soltanto un miglioramento delle condizioni ambientali ma, anche, un notevole risparmio energetico ed economico, un risparmio quindi che potrà essere utilizzato dai Comuni per realizzare interventi o progetti che ad oggi, con i tagli ai trasferimenti dallo Stato, non sono attuabili.

Savona è una delle poche Province italiane, tra cui Milano, Modena, Chieti e Padova ritenute idonee ad aggiudicarsi un finanziamento nell'ambito di tale programma.
La valutazione è stata fatta su una serie di criteri oggettivi riguardanti anche la possibilità reale di realizzare il progetto, le competenze interne dell'Ente provinciale, la sua capacità di gestione, progettazione e coordinamento, l’adesione al Patto dei Sindaci.

Infatti il programma ELENA rientra tra sistemi di finanziamento delle attività previste dal Patto dei Sindaci mobilitando investimenti privati nel settore pubblico, secondo i criteri del "Finanziamento Tramite Terzi" e i finanziamenti del POR, così da superare le attuali difficoltà di indebitamento da parte degli Enti Locali. Sono coinvolti i 33 comuni che hanno aderito al Patto grazie al supporto della provincia che ha cofinanziato la redazione dei SEAP.

PROSPER con i suoi € 1.460.000 di budget ( di cui per il 90% finanziati da ELENA) permetterà di condurre studi più approfonditi su strutture ed impianti per poi redigere le gare per la selezione delle delle E.S.Co. (Energy Service Company - Società di Servizi Energetici) che realizzeranno in concreto le opere e gli interventi integrati volti al miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici e degli impianti di proprietà della Provincia di Savona e dei Comuni partecipanti ripagandosi con il risparmio energetico per un certo numero di anni. Per la parte finanziata dal POR, PROSPER offrirà ai comuni i progetti da presentare alla Regione.

“Poter fornire ai Comuni della Provincia strumenti reali e concreti per diminuire il consumo energetico, ridurre le emissioni inquinanti e dopo pochi anni risparmiare del denaro è davvero un grande successo. Sono poche le Province che possono vantare la partecipazione al prestigioso programma ELENA e noi siamo tra queste, dichiara il Presidente della Provincia di Savona Monica Giuliano.
Un risultato che, al di là del giusto orgoglio, dimostra come la Provincia lavori, spesso lontana dai riflettori, su progetti complessi e articolati, con ricadute positive i Comuni del territorio e i cittadini. Una squadra composta da funzionari che hanno messo in campo professionalità, impegno e tenacia per il raggiungimento di questo fondamentale obiettivo.
Se consideriamo che, conclude il Presidente Giuliano, attualmente le aree urbane sono responsabili per il 70-80% del consumo energetico e delle emissioni di CO2 in Europa, si comprende come siano le amministrazioni più a contatto con i cittadini, quali Comuni e Province a porsi in prima fila nella lotta contro il cambiamento climatico. L'Europa con il programma ELENA ha lanciato questa sfida, o meglio, questa occasione e noi l'abbiamo colta e la porteremo avanti per il bene di tutti.”

Martedì, 23 Dicembre 2014
A cura di: 
Ufficio Stampa