Comunicati stampa

Mar, 28/02/2017
UN BABY PIT STOP IN PROVINCIA E' L’INIZIO DI UN PERCORSO DI ACCOGLIENZA ALLA MATERNITA’

Provincia di Savona, Elisa Di Padova, consigliere con delega alle pari opportunità: “Stiamo lavorando ad una postazione Baby Pit Stop all'interno di Palazzo Nervi unitamente ad un percorso di monitoraggio e comunicazione di altri luoghi amici delle mamme sul territorio provinciale”.

Da diverso tempo l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento al seno, in maniera esclusiva almeno fino al compimento del sesto mese di vita, e il programma “Ospedali amici dei bambinidell’OMS-UNICEF considera fondamentale informare le mamme sugli aspetti positivi dell’allattamento.

“L'allattamento materno rafforza e consolida il legame tra il neonato e la mamma garantendo al bambino un’alimentazione completa, una protezione dalle infezioni e dimostrati benefici per la salute della mamma, dichiara il Consigliere provinciale alle Pari Opportunità Elisa di Padova.
L’esigenza di garantire negli uffici pubblici un luogo accogliente dove poter allattare è stata recentemente ribadita anche dal Ministro Madia e da una serie di iniziative, in tutta Italia, a supporto della petizione on line “Ovunque lo desideri”
Il nostro territorio ha esperienze virtuose in questo campo, si pensi al servizio dei Consultori o al servizio S.O.S. Allattamento dell’Ospedale San Paolo di Savona. Anche la Regione Liguria, pochi mesi fa, ha mosso i primi passi in questa direzione adottando il programma dell’UNICEF.

Ritengo fondamentale, prosegue il Consigliere, che le Istituzioni locali si aprano per prime a questa opportunità, agevolando la nascita di un percorso culturale e virtuoso sul nostro territorio. Un nuovo inizio per dissolvere pregiudizi e luoghi comuni che rendono difficile l’integrazione di questa esperienza con la vita sociale delle neo-mamme, rendendo compatibile il tempo dell’allattamento con tutti gli altri tempi di vita di una donna.
Per questo motivo nell’ultimo Consiglio provinciale abbiamo approvato un atto di indirizzo che segni l’inizio di questo percorso e gli uffici sono già al lavoro per individuare una postazione Baby Pit Stop all'interno di Palazzo Nervi, accogliente e facilmente raggiungibile, dedicato a tutte le mamme che potranno così trovare all’interno degli spazi dell'Ente un luogo amico dove poter accudire e allattare il proprio bambino.

La realizzazione del Baby Pit Stop in Provincia darà quindi il via ad un progetto di monitoraggio e comunicazione per altri Pit Stop su tutto il nostro territorio, sviluppando il più possibile una rete con l’Asl 2, i Comuni, le Istituzioni e anche le realtà private per l'individuazione di spazi gratuiti per il medesimo servizio perché l’inversione demografica passa anche attraverso la sensibilizzazione e il lavoro su progetti concreti di agevolazione e accoglienza alla maternità”.