Piano di Azione per le strade provinciali

Proposta di Piano di Azione per le strade provinciali della Provincia di Savona percorse da più di 3.000.000 di veicoli/anno.

La Provincia di Savona, in qualità di Ente gestore della viabilità provinciale, in adempimento al D. Lgs 194/2005 ha elaborato una "Proposta di Piano di Azione" che riguarda l’individuazione delle possibili attività di risanamento e mitigazione acustica del rumore da traffico veicolare per le strade provinciali assimilabili ad “assi principali”, cioè le strade percorse da oltre 3.000.000 di veicoli /anno almeno in tratte di lunghezza non trascurabile in rapporto all’intero tracciato della strada stessa. Sulla base di rilievi di flussi da traffico e stime, effettuati in periodo antecedente al 2007, le strade considerate sono le seguenti: S.P.28 Bis el Col di Nava, S.P.29 del Colle di Cadibona e S.P.334 del Sassello.

Eventuali osservazioni, i pareri e le memorie in forma scritta possono essere presentate alla Provincia di Savona:

  1. per posta cartacea all’indirizzo: Provincia di Savona, Settore Gestione Viabilità, Edilizia e Ambiente Via Sormano, 12 - 17100 Savona ed oggetto riportante: “Piano d’Azione per le strade provinciali principali - consultazione pubblica”
  2. via fax al numero: 019-8313269 con intestazione: Provincia di Savona, Settore Gestione Viabilità, Edilizia e Ambiente Via Sormano, 12 - 17100 Savona ed oggetto riportante: “Piano d’Azione per le strade provinciali principali - consultazione pubblica”
  3. tramite posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: protocollo@cert.provincia.savona.it riportante in oggetto: “Piano d’Azione per le strade provinciali principali - consultazione pubblica”

Osservazioni, pareri e memorie pervenute oltre il termine prescritto non potranno essere tenute in considerazione.

Si sottolinea che la presente Proposta di Piano d'Azione è stata elaborata sul presupposto che le competenze della Provincia in materia di Viabilità, Ediliziae Ambiente restino invariate rispetto alle competenze attualmente attribuite alle Province stesse. Resta inteso che in relazione alle disposizioni di cui all'art. 23 del D.L. 201/2011 convertito con Legge 214/2011 e dell'attuale fase di riorganizzazione della struttura periferica dello Stato e degli Enti Locali, il quadro di riferimento, ivi comprese le competenze, potrà variare e le previsioni del presente Piano potrebbero non essere più attuabili.

Pare opportuno sottolineare, inoltre, che tra le attività elencate nel cronoprogramma di cui alla Proposta di Piano, è compreso prioritariamente l'aggiornamento della stima/valutazione dei flussi di traffico sulle strade in questione anche al fine di valutare - in via definitiva - la necessità di un probabile “declassamento” delle strade SP 28 Bis del Col di Nava e della S.P. 334 del Sassello, ai sensi del D.Lgs 194/2005 (percorrenza < 3.000.000 veicoli/anno).