Orchidee spontanee della provincia di Savona

Oltre cinquanta specie di orchidee, alcune più rare, altre comuni, sono diffuse in tutti gli ambienti della provincia di Savona, se si escludono le spiagge, la nuda roccia e le aree urbanizzate.

Queste piante erbacee perenni sono molto sensibili alle condizioni ambientali e hanno sistemi riproduttivi assai complessi e delicati. Il fiore è formato da tre sepali e tre petali: i due petali laterali sono in genere più brevi e diversi dai sepali, mentre il terzo petalo ("labello") è completamente differenziato e funziona da richiamo per gli insetti impollinatori, attratti dai colori, pelosità e perfino odori che ricordano le rispettive femmine. In genere le orchidee sono in grado di effettuare la fotosintesi; soltanto alcune dipendono dall'associazione con un fungo, che invade le radici e consente alla pianta di assorbire il nutrimento delle sostanze sul terreno.
Questa simbiosi è indispensabile anche per la germinazione dei piccolissimi semi di tutte queste piante.

La tutela di questi meravigliosi tesori della natura è assicurata dalla Legge Regionale n.9 del 1984, che fa divieto assoluto di raccolta per la Nigritella e per tutte le specie del genere Ophrys. Tra le piante a protezione parziale, delle quali si può operare un prelievo limitato nel numero e solo della parte aerea, troviamo le specie del genere Orchis.
Si può concludere con un appello a tutti coloro che frequentano gli ambienti naturali della nostra provincia.
La Natura è un bene di tutti e non può essere considerata cosa di cui ognuno ha il diritto di abusare: accostiamoci a questi gioielli naturali con rispetto, osserviamo, scattiamo foto per raccogliere belle immagini, ma lasciamo sopravvivere le nostre orchidee!

Allegati

Riferimento Servizio/Ufficio