Beni Ambientali - Tutela del Paesaggio

La Provincia è competente, a ciò delegata con Legge Regionale 15/1980 e 20/1991, all'esercizio delle funzioni amministrative in materia di Bellezze Naturali (oggi Tutela del Paesaggio) in luogo dei Comuni sprovvisti della sub-delega regionale o su specifici interventi di carattere sovracomunale individuati con legge regionale.
L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo distinto da quello dell'autorizzazione edilizia; il Codice del Paesaggio approvato con D.lgs 42/2004 definisce l'autorizzazione paesaggistica: "atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire o altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio".

Oltre l'ottantacinque per cento del territorio provinciale è soggetto a vincolo paesaggistico imposto con legge (L. "Galasso" 431/85) o con atto amministrativo (DD.MM ex lege 1497 e DDMM. "Galassini"). Organo tecnico della Provinca è la Commissione Provinciale del Paesaggio, appositamente istituita e tenuta ad esprimersi nel merito su progetti ricadenti in zona sottoposta a vincolo.

Regione Liguria ha stabilito che Provincia eserciti la funzione amministrativa di rilascio dell' autorizzazione paesaggistica nelle zone sottoposte a vincolo per i Comuni sprovvisti, di sub-delega regionale prevista.

Essi sono:

  • Altare
  • Balestrino
  • Bormida
  • Cosseria
  • Laigueglia
  • Magliolo
  • Massimino
  • Piana Crixia
  • Rialto
  • Spotorno
  • Stella
  • Urbe
  • Zuccarello

Alla provincia compete altresì il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica per Opere pubbliche comportanti varianti allo Strumento Urbanistico Generale, per impianti per lo smaltimento dei rifiuti, per le infrastrutture lineari energetiche realitve a gasdotti, oleodotti e linee ed impianti elettrici ed infine per impianti di produzione energia alimentati da fonti rinnovabili.